I luoghi medievali da visitare nella Seine-Maritime

Scoprite o riscoprite i siti medievali da non perdere nella Seine-Maritime e negli altri dipartimenti normanni.

Città emblematiche del Medioevo

Se c'è una città emblematica di questo periodo, è proprio Rouen e il suo centro storico medievale. Le sue stradine lastricate e le case a graticcio le conferiscono un enorme fascino. La rue Saint-Romain e Rue des Chanoines sono dei bei esempi dell’epoca medievale.

La magnifica cattedrale di Rouen, che ispirerà secoli dopo Claude Monet, fu edificata a metà del XII secolo. Vi si puo' leggere tutta l'evoluzione dell'arte gotica.

Non lontano da li', cambiamento d'atmosfera all’aître Saint-Maclou (atrio San Maclovio) la cui origine risale alla grande peste nera del 1348…

Del castello costruito nel 1204 da Filippo Augusto, dove si tenne il processo di Giovanna d'Arco, rimane solamente il torrione o Tour Jeanne d’Arc. Il rogo venne fatto nella Place du Vieux Marché. Giovanna d'Arco mori' a Rouen il 30 maggio 1431. Una chiesa moderna, la chiesa Sainte Jeanne d’Arc le rende omaggio. Aperto nel 2015, l’Historial Jeanne d’Arc è  attualmente il più grande luogo dedicato alla memoria di questo personaggio storico. Le ultimissime tecnologie sono utilizzate per una scenografia ben pensata ed originale.

Ammirate "la città dai cento campanili" dalla collina Sainte-Catherine.

 

Harfleur, situato vicino a Le Havre, è anch'essa una città medievale più piccola rispetto a Rouen. Il porto di Harfleur fu creato dai Vichinghi. Il patrimonio medievale è ben conservato.

 

Scoprite Rouen e il suo centro storico medievale

Castelli ed edifici religiosi

Potrete visitare nelle vicinanze di Rouen l'esterno del castello di Roberto I di Normandia, detto Roberto il Diavolo, dove visse Riccardo Cuor di Leone.

Un altro luogo da non perdere della Normandia medievale è l’abbazia di Jumièges. Fondata nel 654 da San Filiberto, cortigiano del re Dagoberto I, l'abbazia, situata nel cuore della valle della Senna, è stato distrutto più volte. Fu consacrata nel 1067 in presenza di Guglielmo il Conquistatore. Le impressionanti vestigia, tra cui le due torri, imponenti, le hanno valso il nome di "più bella rovina di Francia". Oggi è possibile visitarla in 3D grazie ad un'applicazione dedicata. Il sito accoglie spesso delle mostre, ma anche manifestazioni di Land Art.

L’abbazia di Saint-Wandrille de Fontenelle accoglie ancora oggi una comunità di monaci benedettini. La chiesa attuale e il chiostro sono aperti ai visitatori.

La storia del castello di Arques la Bataille fu movimentata. Assediato da Guglielmo il Conquistatore, fortezza inespugnabile durante la guerra dei Cent'anni, questo castello ha anche "accolto" Giovanna d'Arco prima del processo a Rouen.

 

E' a Fécamp che Guglielmo il Conquistatore festeggerà, nel 1067, la vittoria ad Hastings.

Sul litorale, le vestigia del palazzo ducale di Fécamp testimoniano l'influenza della città nel Medioevo. Fu una delle prime residenze dei duchi di Normandia. E' proprio qui che Guglielmo il Conquistatore festeggerà, nel 1067, la vittoria ad Hastings.

Sempre sulla Costa d’Alabastro, il castello di Dieppe domina magnificamente la città e il mare. Fu costruito dopo il 1435 (sulle basi di un torrione già esistente) per difendere la città contro gli Inglesi. Il castello oramai ospita un museo, rinomato specialmente per la collezione di avorio e le stampe firmate Georges Braque.

Dopo la vittoria del 1066 Guglielmo il Conquistatore fece dono delle terre e copri' d'oro i suoi compagni. E' grazie a quest'ultimi che Guglielmo Mallet di Graville, portabandiera di Guglielmo durante la Battaglia di Hastings, fece edificare la prima abbazia di Graville. L’edificio è situato a Le Havre.

Ad una decina di chilometri da Graville, l’abbazia di Montivilliers con la sua sala capitolare, il chiostro e il refettorio gotico meritano anch'esse di esser visitate. Da vedere: l'atrio di Brisgaret, un raro esempio di cimitero medievale francese.