Mi presento, sono Emma, e quest’anno ho deciso di visitare la Normandia in solitaria seguendo i consigli dei miei amici che hanno già visitato questa splendida regione, ma anche lasciandomi consigliare dagli abitanti locali. Nel mio viaggio ho scoperto delle vere e proprie perle, come la “Villa du Temps retrouvé” a Cabourg!

Sono un’appassionata di musei e di letteratura e, i miei amici lo sanno, ho un debole per tutto ciò che riguarda la Belle Epoque, un periodo storico in cui le invenzioni e i progressi della tecnica e della scienza furono senza paragoni. La “colpa”, forse, è dovuta agli anni di studio alla facoltà di Lingue e letterature straniere. In quegli anni mi aveva affascinato Marcel Proust – maestro del romanzo moderno – che tutti ricordiamo per la sua opera fondamentale per la letteratura francese: Alla ricerca del tempo perduto.

Ne ho quindi approfittato per posare le mie valigie a Cabourg, nella Costa Fiorita, visitando un nuovo tipo di museo che mi era stato caldamente consigliato dall’ufficio del turismo di Cabourg: la “Villa du temps retrouvé”. Questo gioiello, che ha appena aperto quest’anno, era la meta perfetta per la mia vacanza in Normandia alla ricerca di arte e cultura.

Nel cuore del suo famoso centro città a forma di ventaglio, Cabourg offre un’esperienza unica: tornare indietro nel tempo alla Belle Époque. Per farlo, mi è bastato spingere il cancello della “Villa du Temps retrouvé” per trovarmi improvvisamente immersa nel primo Novecento guidata dallo scrittore Marcel Proust.

È come entrare in una vecchia cartolina

A pochi minuti a piedi dal mare, la “Villa du Temps retrouvé” cattura subito l’attenzione con la sua bella facciata. Osservandola, penso proprio che sia il tipo di residenza balneare che, all’inizio del secolo scorso, si stampava sulle cartoline in bianco e nero. “Mancano solo le silhouettes di uomini in frac e donne in crinolina che sfilano nel giardino“, penso. Oggi, attraversare il cancello d’ingresso della villa e calpestare la ghiaia del viale alberato che conduce alla residenza è, in un certo senso, entrare in questo scenario d’altri tempi.

Una fresca ed ispirante vacanza estiva sulla costa della Normandia

La “Villa du Temps retrouvé” è un vero invito a staccarsi dalla vita di tutti i giorni per immergersi anima e corpo nell’atmosfera della Belle Époque. Fu in questo periodo di tempo (tra la fine del XIX secolo e l’inizio della prima guerra mondiale), come dicevo prima, che fiorirono le stazioni balneari sulla costa normanna.
Le linee ferroviarie verso la costa della Normandia attirano la gente della grande città verso le spiagge della Normandia. Anche i primi viaggiatori internazionali, in primo luogo gli inglesi, si rilassano nelle località balneari normanne. La gente passa intere estati a Dieppe, Cabourg, Trouville, Deauville, Barneville-Carteret o Granville.

L’atmosfera esuberante ispira numerosi artisti e scrittori. Marcel Proust scelse la camera 414 del Grand Hôtel di Cabourg come sua residenza estiva. Fu qui che scrisse il suo romanzo Alla ricerca del tempo perduto tra il 1907 e il 1914.

Nella Villa du Temps retrouvé © Philippe Deneufve

Le origini di Cabourg: nascita di una stazione balneare

Il mio tour inizia con il padiglione dell’architettura: qui si possono avere informazioni sull’architettura, il contesto sociale ed economico della stazione balneare. Su uno schermo, possiamo seguire in maniera interattiva l’evoluzione di Cabourg. Dal Medioevo, quando solo alcuni pescatori vivevano sulla spiaggia di Cabourg, ai giorni nostri e alle magnifiche ville sulla spiaggia.

Dopo questa introduzione ho quasi una sentimento di nostalgia. La canzone “Les Plaisirs de la plage” di Félix Mayol crepita nel grammofono, mentre immagini d’archivio della fine del secolo danzano davanti ai miei occhi. Parigini frenetici che si affrettano lungo i binari per prendere il treno per la costa della Normandia. Seguono da vicino i volti felici degli ospiti che si rilassano in riva al mare durante una passeggiata sulla spiaggia nelle località balneari della Normandia.

Verso lo splendore della Belle Époque

Tutta l’art de vivre di fine secolo risplende nel giardino d’inverno della “Villa du Temps retrouvé”, nel salone della musica, nella sala giochi e nella sala di ricevimento. L’arredamento, i mobili e gli oggetti accuratamente selezionati mi immergono nel mondo dei ricchi benestanti che potevano permettersi di godersi la villeggiatura estiva sulla costa fiorita. Innumerevoli dipinti nello stile del XIX secolo mostrano paesaggi e ritratti dei contemporanei di Proust. Sono stati dipinti da Claude Monet, Jacques-Émile Blanche, René-Xavier Prinet. Sono veramente sorpresa di vedere numerosi prestiti di musei nazionali e regionali e di privati!

Sala della musica Villa du temps retrouvé © Philippe Deneufve

Piccoli tesori da scoprire

Nella biblioteca ho accesso libero alle opere che sicuramente anche Proust ha letto a suo tempo: che emozione! E tra le curiosità che pullulano in questa sala, vedo un affascinante manoscritto di di Proust in cui faceva rapide annotazioni o cancellava, incollava e riscriveva passaggi di testo. Molteplici e delicate sorprese visive, sonore e olfattive hanno attirato la mia attenzione durante questo interessantissimo tour. Alla fine del percorso mi aspettano ancora delle sorprese: la mostra temporanea, il giardino in stile Belle Époque e il salone del tè.

Che piacevole scoperta per chi ama fare un salto nella Belle Epoque, ma anche per coloro che desiderano scoprire Cabourg in modo diverso!

Date 2021

Aperto dal 14 aprile all’11 novembre 2021.
Dalle 11 alle 18 da mercoledì a lunedì (e giorni festivi).
In luglio e agosto dalle 11 alle 19.

Chiuso dal 12 novembre 2021 al 28 febbraio 2022.
(aperto alle scuole solo su appuntamento)

Tariffe 2021

Ingresso individuale – Prezzo intero: 8 €.
Ingresso individuale – Tariffa ridotta: 6 €.
Gratis per i bambini sotto i 18 anni
Ingresso gruppi (10 persone o più): 5,50 euro
Pass Ambassadeur: 10 €.

Informazioni pratiche

15 avenue du Président Raymond Poincaré
14390 Cabourg
0033 2 31 47 44 44
contact@villadutempsretrouve.com
La Villa du Temps retrouvé

I paesaggi disegnati dagli impressionisti

I paesaggi disegnati dagli impressionisti

La Normandia romantica

La Normandia romantica

  • Aggiungi al segnalibro