La storia e l’economia di Dieppe sono sempre state strettamente legate al suo porto peschereccio e commerciale. Le sue navi solcavano tutti gli oceani.


Storia balneare e di pesca

Duecento fa anni Dieppe ha iniziato a crescere come città balneare; è stata la prima città di mare in Francia e conserva ancora la sua bella passeggiata lungo la spiaggia. Città d’arte e di storia, Dieppe è una città portuale dinamica e vivace. Nei fine settimana, le terrazze del caffè sul porto sono sempre piene. Alcuni negozi sono aperti anche la domenica. Ogni due anni il Festival Internazionale degli Aquiloni offre uno spettacolo magico. È il più grande raduno del suo genere in Europa.

© Ben Collier
Plage de Dieppe

Tra cielo e terra

Il Festival Internazionale degli Aquiloni si svolge ogni 2 anni. Dieppe trasforma il suo lungomare in un gigantesco parco giochi per aquilonisti ispirati e riconosciuti a livello internazionale.

Più di 100.000 persone vengono ogni anno (a novembre) a partecipare alla Festa dell’aringa e della capasanta. Qui, più che altrove, l’aringa ha occupato un posto predominante. Fino agli anni Settanta, l’aringa qui conosciuta come “pesce re” è stata la forza trainante dell’economia locale. La capasanta è associata a questo evento in quanto Dieppe è il primo porto francese in questo campo.

© C. Lagu – CRT Normandie
Festival du cerf-volant à Dieppe

Non perdetevi

Il Castello museo: Arroccati sulla scogliera e con una vista incomparabile sul lungomare e sulla città, gli spazi esterni del Castello di Dieppe sono aperti gratuitamente tutto l’anno durante gli orari di apertura del Museo (visita a pagamento). La fortezza ricostruita nel XV secolo ospita il museo e le sue collezioni: paesaggi marini, avori scolpiti dagli artigiani di Dieppe dal XVI secolo, dipinti di Boudin, Lebourg, Pissaro, stampe di Braque. Il Vecchio Castello ospita così la memoria marittima della città e una delle più belle collezioni di avorio d’Europa.

La Spiaggia: Il lungomare, costruito a distanza dalla costa, è composto da una vasta area di prati, aree gioco per bambini e si estende per quasi 2 km.

La Chiesa Saint-Jacques: Costruita a partire dal 1195 al posto di un edificio distrutto da un incendio, la chiesa di Saint-Jacques è stata ristrutturata nel corso dei secoli: il portale centrale del XIV secolo, sormontato da un bel rosone, la torre quadrata alta 41 m. del XV secolo e le cappelle a cassettoni e a raggiera del XVI secolo.

Chiesa di Saint-Rémi: costruita tra il XVI e il XVII secolo, mentre il campanile centrale risale al XVIII secolo. All’interno si possono vedere le notevoli opere in legno del coro, la cassa dell’organo e la decorazione rinascimentale della sala del tesoro.

La Cité de la Mer: Spazio museografico, scientifico e tecnico dedicato al mare, alla pesca, agli acquari e alla tecnologia navale.

La porta del porto occidentale chiamata “les Tourelles”: la sola rimasta delle sei porte e della vecchia cinta muraria, fortificata nel XIV secolo. Usata come prigione durante la Rivoluzione, ora è proprietà privata.

Castello di Dieppe © Lesné Erwan
Château de Dieppe

La Place du Puits Salé: Cuore della città, l’attuale pozzo ci ricorda che in passato, nei pozzi, l’acqua di mare si mescolava con l’acqua dolce all’aumento della marea. Da notare l’edificio normanno del XVIII secolo che ospita il Café des Tribunaux.

Il Porto: Il complesso portuale costituito dal porto turistico e dal porto peschereccio si trova nel cuore della città. I pescherecci per la pesca a strascico e le grandi imbarcazioni compongono una magnifica tavolozza di colori che ancora oggi attrae molti pittori. Il porto commerciale è stato per molti anni il primo porto francese delle banane.

Nei dintorni:

Castello di Miromesnil (Tourville-sur-Arques, a 6 km da Dieppe): Luogo di nascita di Guy de Maupassant, questo castello del XVI secolo conserva l’impronta del marchese di Miromesnil e Maupassant.

Nei dintorni di Dieppe merita una sosta Varengeville-sur-Mer: È uno dei punti panoramici più belli della costa d’Alabastro! All’interno della chiesa si trova una vetrata firmata Georges Braque. Non lontano, una distesa di piante fiorite nel Parco del Bois des Moutiers, uno dei giardini più visitati di Francia. Se il parco del Bois de Moutiers ospita un’impressionante collezione di rododendri giganti, il giardino Shamrock, invece, ospita la più grande collezione di ortensie del mondo.

200 anni fa, Dieppe è stata la prima città balneare della francia.

Luoghi da visitare assolutamente

  • Il museo di Dieppe
  • Il porto
  • La cité de la Mer
  • La Chiesa Saint-Jacques

Informazioni pratiche

Ufficio del turismo di Dieppe

Da vedere, da fare nei dintorni di Dieppe