La Normandia, culla dell’impressionismo, ha ispirato molti artisti con i suoi colori e la sua luce mutevole. Dalla fine del XIX secolo e per diversi decenni, i pittori sono venuti in tutta la Normandia per disegnare i suoi paesaggi.

Le bassin des nymphéas – Giverny

Per più di 40 anni, Claude Monet si è ispirato ai giardini della sua casa di Giverny per dipingere le sue opere più grandi. Una serie di circa 250 dipinti è dedicata alle ninfee.

© Eric Benard

Rouen

I pittori impressionisti sono rimasti colpiti soprattutto dalla cattedrale (Monet realizzerà una serie di 30 dipinti) ma anche dalla vista sulla città e sulla Senna dalla collina Saint-Catherine a Bonsecours.

© Séverine Frères

Le Havre

“Impressione, sole nascente”, dipinto da Claude Monet, è il quadro che ha dato il nome al movimento impressionista. Le Havre è quindi la culla della corrente e sarà dipinta da molti artisti come Pissarro, Boudin o Dufy.

© Gregory Cassiau – Les Escapades

Honfleur

Dal 1820, i pittori romantici saranno attratti da Honfleur. Poi, a partire dal 1860, Eugène Boudin riunirà i suoi amici pittori alla locanda Saint-Siméon. Tra questi, Monet, Jongkind e Courbet.

Honfleur © Sabina Lorkin – Anibas Photography © Sabina Lorkin – Anibas Photography

Monet, chi sei veramente?

Monet, chi sei veramente?

  • Aggiungi al segnalibro