L’affascinante Fécamp, che in passato è stata Residenza dei Duchi di Normandia fino al 1204, oggi è una città d’Arte e di Storia.

Autenticità e fascino al naturale…

© Nailia Schwarz – Fotolia.com
Entrée du port de Fécamp

Nel corso dei secoli, il suo porto si è sviluppato fino a diventare il principale porto francese per la pesca dei merluzzi. I pescatori di Fécamp pescavano il merluzzo nelle acque di Terranova. Ammirate le case dei pescatori lungo il porto e la cappella sulla scogliera, con le barche votive (che esprimono un desiderio).

Situato sulla Costa d’Alabastro, Fécamp seduce per la sua autenticità e il suo fascino naturale. L’Abbazia della Santissima Trinità, il palazzo dei duchi di Normandia e il Museo della pesca sono tra i luoghi da visitare. Attratti dal profumo delle piante aromatiche e delle spezie che si utilizzano per il famoso liquore, non perdetevi l’imponente Palais Bénédictine, meta rinomata del turismo industriale. A pochi chilometri da Fécamp, fate una deviazione per Yport, un piccolo villaggio di pescatori situato in una valle. Classificata come località balneare nel 1929, Yport ha accolto molti uomini famosi come Dieterle, Maupassant, Gide, Laurens o Boudin. L’architettura balneare di questo periodo è ancora oggi presente a Fécamp, Yport e Vattetot-sur-Mer. In uno stile eclettico, combina l’Art Nouveau e lo stile neo-normanno ed è caratterizzato da grandi volumi e ampie vetrate.

Da non perdere

Il Palais Bénédictine

Questo monumento dall’architettura insolita invita a scoprire una storia e un prodotto. È in questo sito eccezionale che il liquore Bénédictine viene prodotto da oltre un secolo ed esportato in tutto il mondo.
Nel 1863 Alexandre Le Grand, mercante di vino di Fécamp e grande collezionista d’arte, trovò un grimorio risalente a prima della Rivoluzione. Tra le altre ricette, era registrato un elisir piuttosto enigmatico di un certo dom Bernardo Vincelli, benedettino veneziano del Rinascimento, che soggiornò all’abbazia di Fécamp. Pazientemente, ha decifrato la preziosa formula dove la mirra si combina con il ginepro e lo zafferano con la scorza di limone. La mostra “percorso delle essenze” presenta alcune delle 27 piante e spezie che compongono il liquore Bénédictine: cardamomo, noce moscata, angelica, coriandolo, chiodi di garofano, mirra, cannella… Gli infusi e le distillazioni delle spezie avvengono in grandi alambicchi di rame martellato. Le cantine contengono le diverse miscele e gli alcolati che invecchiano e riposano in secolari botti di quercia.

© Danielle Dumas
Fécamp Grand'Escale Fête de la mer

Alexandre Le Grand, mercante di vino di Fécamp e grande collezionista d’arte, trovò un grimorio risalente a prima della Rivoluzione...

© Jean-Luc Bohin
Palais Bénédictine à Fécamp

Museo della pesca, Les Pêcheries

Situato nel cuore del porto di Fécamp, il museo si trova sull’isolotto centrale del Grand Quai, in un ex essiccatoio per merluzzi. In questo museo di 5000 m², inaugurato alla fine del 2017, si rappresentano diversi mondi: storia marittima, belle arti, etnografia regionale… Soprattutto, vi farà conoscere la storia dei pescatori di Fécamp che trascorrevano lunghi mesi a pescare il merluzzo nelle gelide acque di Terranova, al largo delle coste del Canada.

La passeggiata sulla diga

Venite a respirare l’aria fresca dal profumo iodato mentre camminate lungo l’argine del lungomare che vi condurrà al faro di Fécamp. Lungo il percorso, incontrerete molti pescatori e potrete fare conversazione sulla pesca del giorno.

Il palazzo ducale

Di fronte alla chiesa abbaziale, i resti del palazzo ducale ricordano l’attaccamento dei successori del normanno Rollone a Fécamp. Dietro la chiesa abbaziale, i vecchi quartieri testimoniano il ricco passato di Fécamp.

I luoghi da visitare assolutamente

  • L’abbazia della Santa Trinità
  • Il palais Bénédictine
  • Il museo della pesca (musée des Pêcheries)

Informazioni pratiche

Ufficio del Turismo di Fécamp