Da vedere a Dieppe

La storia e l'economia di Dieppe, le cui navi solcavano tutti gli oceani, sono sempre state strettamente legate al suo porto peschereccio e commerciale.

Da non perdere

> Il castello-museo: La fortezza in gres e silice, ricostruita sulla falesia occidentale nel XV secolo, ospita le collezioni del museo: marine, avori scolpiti da artigiani di Dieppe fin dal XVI secolo, dipinti di Boudin, Lebourg, Pissaro, stampe di Braque. Il Vecchio Castello conserva la memoria marittima della città e una delle più belle raccolte d'avori in Europa.

> La Spiaggia: La passeggiata mare, costruita un po' arretrata, lascia spazio a un vasto terreno con prati e giardini per i bambini, che si estende su circa 2 km di lunghezza.

> Chiesa di Saint-Jacques: Costruita a partire dal 1195, dove si trovava un edificio distrutto da un incendio, la chiesa di St-Jacques fu rimaneggiata nel corso dei secoli: il portale centrale del XIV secolo, sormontato da un bel rosone, la torre quadrata, alta 41 m, del XV secolo, abside e cappelle ornate, del XVI secolo.

> Chiesa di St Rémi: Fu edificata tra il XVI e il XVII secolo, il campanile centrale risale al XVIII secolo. All'interno si possono vedere i bei rivestimenti lignei del coro, l'organo, la decorazione in stile rinascimentale della sala del tesoro.

> La Città del Mare: Spazio museografico, scientifico e tecnico dedicato al mare, alla pesca, alla tecnologia navale, agli acquari.

> La porta del Porto occidentale, detta "les Tourelles", «le Torrette»: È la sola rimasta delle sei porte cittadine, della cinta fortificata nel XIV secolo; utilizzata come prigione durante la Rivoluzione, è oggi proprietà privata.

> La Piazza del Pozzo Salato (Place du Puits salé): Cuore della città, l’attuale pozzo ricorda che un tempo, nei pozzi, l'acqua di mare si mescolava a quella dolce, quando la marea saliva. Da notare l'edificio normanno del XVIII secolo, che ospita il café des Tribunaux.

> Il Porto: Il complesso portuale, costituito dal porto turistico e da quello di pesca, si trova nel cuore della città. I pescherecci e le grandi barche formano una magnifica tavolozza di colori, che attira ancora oggi numerosi pittori. Il porto commerciale fu, per molti anni, il primo porto bananiero in Francia.

Nei dintorni :

> Il Castello di Miromesnil (Tourville-sur-Arques a 6 km da Dieppe). Luogo di nascita di Guy de Maupassant, questo maniero del XVI secolo conserva l'impronta del Marchese de Miromesnil et di Maupassant.

> A 15 minuti da Dieppe, fermatevi a Varengeville-sur-Mer. Non ve ne pentirete! Si tratta ,senza ombra di dubbio, di uno dei più bei punti panoramici sulla Costa d'Alabastro. La chiesa e il suo cimitero marino dominano la costa. All'interno si trova una vetrata firmata da Georges Braque. Non lontano da li', la vegetazione sboccia rigogliosa. Il "Parc du Bois des Moutiers" è uno dei giardini più visitati di Francia. Ospita un'impressionante collezione di rododendri giganti. Il Giardino Shamrock accoglie, invece, la più grande collezione al mondo d'ortensie.

 

 

Nei dintorni

Cosa vedere, cosa fare vicino a Dieppe