Io e Clélia, da un po’ di tempo, avevamo voglia di saperne di più sulla realizzazione dei cocktails. Oggi abbiamo deciso, dopo tanta esitazione, di andare, con degli amici  di famiglia, in un luogo d’eccezione: il Palais Bénédictine a Fécamp.

La visita del museo

Abbiamo impiegato una buona oretta, da Rouen, per arrivare a destinazione. Trinidad, Manuel, Isabelle e Yves ci raggiungono. Al nostro arrivo al Palais, facciamo conoscenza con Élodie. Sorridente e posata, sarà la nostra accompagnatrice e ci presenta lo svolgimento della visita. Cominciamo con la visita del museo. La prima sala già ci impressiona per le sue altezze. Clélia è incantata dal soffitto: “Assomiglia allo scafo rovesciato di una barca”, mi dice. Più in là, arriviamo davanti ad una magnifica vetrata dove è rappresentato il fondatore del Palais nonché inventore del liquore “Bénédictine”: Alexandre Prospère Hubert Le Grand, detto Alexandre Le Grand. Non lo si inventa!

Hommage au XIXe siècle 

La visita continua nella sala Rinascimentale dove viene presentata una collezione di oggetti di metallo, serrature e chiavi di tutte le misure. I miei occhi si fermano su due bauli in ottimo stato del XIX secolo, dotati di una decina di serrature. Ci viene spiegato che una sola chiave permetteva di aprire tutte le serrature in una volta sola! “Con questa, i ladri non hanno alcuna possibilità!”, mi dice Clélia divertita. Ci dirigiamo verso l’Oratorio dove, al centro, si trova un fonte battesimale in metallo con intorno una bella collezione di pitture religiose.

Omaggio al XIX secolo

In seguito, lasciamo la parte museale per entrare nella “Sala degli Abati”, una stanza grande con magnifici lampadari. Essa ci immerge completamente nel XIX secolo: tutti si immaginano di assistere a ricevimenti in abiti d’epoca.

Qualche metro più in là, arriviamo nella sala chiamata semplicemente “Alexandre le Grand”. Qui si possono trovare le foto della costruzione del palazzo e vecchie locandine pubblicitarie dell’epoca ideate dal fondatore. E anche un’impressionante collezione di bottiglie della “Bénédictine” provenienti dalla contraffazione. La nostra visita termina nella Sala delle piante e delle spezie, dove ci vengono presentati alcuni degli ingredienti utilizzati per la composizione del liquore. Non meno di 27 piante e spezie provenienti da tutto il mondo, a conti fatti! Élodie ci dice che la composizione esatta del liquore non viene rivelata. Il mistero rimane.

Degustazione della Bénédictine 

Dopo questo corso teorico è il momento della degustazione! Élodie ci porta in una piccola stanza dove ci attendono vari utensili con cui faremo presto conoscenza.

Ma prima di questo assaggiamo finalmente la Bénédictine. Arrivano i primi commenti: “È forte! Si sente veramente l’alcool“, dice Isabelle. “Ci sono note dolci“, dice Manuel. Dopo questa prima degustazione, Élodie ci propone di metterci dietro il bancone. “Ora tocca a voi giocare. Vi lascio accomodare dietro le postazioni di lavoro. Faremo un cocktail chiamato Béné-Rinha“, ci dice.

Atelier cocktails au Palais Bénédictine - Expérience

Il mio primo cocktail!

Ho scoperto con sorpresa i miei nuovi strumenti di lavoro: misurino, colino, mixing glass e il famoso shaker! Iniziamo tagliando un limone nel senso della lunghezza, poi in diversi quarti. A questo aggiungiamo 4 cubetti di ghiaccio e 2 centilitri di Bénédictine. Versiamo tutto nello shaker. “Ora fate un passo indietro. Un mezzo giro. Alzate lo shaker sopra le spalle. Agitate dall’alto verso il basso! “, dice Élodie con un sorriso. Timidamente, iniziamo ad agitare. Quindi tutti si prestano al gioco ed eseguono il movimento con vari gradi di agilità. “Credo che abbiamo trovato la danza per la prossima estate“, scherza anche Yves. Dopo pochi minuti, apriamo il nostro shaker e riempiamo il nostro bicchiere da cocktail. Beviamo. Le prime reazioni nella stanza non tardano ad arrivare: “Adoro il gusto“, dice Trinidad. “È super fresco!”, afferma Manuel. Clélia aggiunge persino che “ti fa venire voglia di rifarlo prossimamente“. Quanto a me, sono sedotto dal matrimonio tra la Bénédictine e il limone. Il risultato è semplicemente perfetto! Resta di sapere adesso chi si occupa del cocktail il prossimo fine settimana?

© Danielle Dumas
Atelier cocktails au Palais Bénédictine - Expérience

Le PALAIS Bénédictine

Situato nella Seine-Maritime, a Fécamp, il Palais Bénédictine è stato costruito dal mercante di liquori Alexandre Le Grand. Il palazzo comprende un museo e funge ancora da luogo di produzione del liquore benedettino.

© Jean-Luc Bohin

Informazioni pratiche

Iniziazione cocktail  
Palais Bénédictine
110 rue Alexandre Le Grand – 76400 Fécamp
benedictinedom.com

Informazioni e prenotazione al 0033 2 35 10 26 10
infos@benedictine.fr

Date 2020

Week-end e tutti i giorni durante le vacanze scolastiche

Circa 1 ora e 15 minuti / 1 ora e 30 minuti (visita libera del Museo + iniziazione Cocktail Bénédictine)

TarifFe 2020

20€ a personne

Informazioni soggette a modifiche nel corso dell’anno. 

Le informazioni pratiche fornite sono soggette a modifiche.

Notturni di Agapanthe, momenti di poesia

Notturni di Agapanthe, momenti di poesia

Crociera e soggiorno romantico sulla Senna

Crociera e soggiorno romantico sulla Senna