Il 2021 sarà l’anno del Bicentenario della nascita di Gustave Flaubert. La sua nascita e la sua vita in Normandia, il suo attaccamento a questa regione, in particolare come territorio per la scrittura di una parte della sua opera, fanno di Gustave Flaubert un artista eccezionale nella storia della regione. Il progetto Flaubert 21 è un omaggio all’autore e ai legami che lo uniscono alla Normandia. Da aprile 2021 a giugno 2022, più di 200 eventi saranno realizzati: mostre, spettacoli, conferenze, attività educative, visite guidate, passeggiate drammatizzate, ecc.

Logo du Bicentenaire de Flaubert 2021 © Flaubert 21
Logo du Bicentenaire de Flaubert 2021 © Flaubert 21

Chi era Gustave Flaubert?

Architecture à pans de bois de Rouen
Maisons à pans de bois à Rouen © Grégory Cassiau – Les Escapades

Gustave Flaubert nacque a Rouen, la più grande città della Normandia, il 21 dicembre 1821. Trascorse sua infanzia all’Hôtel-Dieu di Rouen, dove suo padre era capo chirurgo. Si trasferì poi a Croisset, sulle rive della Senna. Qui divise il suo tempo tra la Normandia, i suoi viaggi e i suoi soggiorni regolari a Parigi. Nel 1857 il romanzo Madame Bovary lo rese famoso. Esso fu molto criticato al momento della sua pubblicazione, ma inventò e impose uno stile innovativo e la figura inedita di Emma. Era un nuovo modo di descrivere il mondo. Nel 1935, Hemingway consegnò la sua lista di 17 capolavori che avrebbe preferito “rileggere per la prima volta (…) piuttosto che avere un reddito fisso di un milione di dollari all’anno“. Tra questi: Madame Bovary! Flaubert morì a Croisset nel 1880.
Oggi la sua casa natale è un museo, così come la sua casa a Croisset, ora chiamata Pavillon Flaubert, dove ha vissuto per 35 anni e ha scritto la maggior parte dei suoi romanzi.

La Normandia come fonte d’ispirazione

La Normandia è una terra d’ispirazione per l’autore. Le sue opere sono un invito a viaggiare attraverso le stradine della Rouen del XIX secolo e la campagna circostante. I villaggi di Tostes e Ry sono un riferimento a Charles ed Emma Bovary. Durante la lettura di Un cuore semplice, l’autore vi porterà a Honfleur e Trouville-sur-Mer. Vi soggiornerà una quindicina di volte. Con il duo Bouvard e Pécuchet, la peregrinazione continua a Caen e Falaise.

È la “città dei cento campanili”, Rouen, che conserva un’impronta indelebile dello scrittore. Il Museo di Storia della Medicina Flaubert si trova nella casa dove è nato. A pochi minuti dal centro, non perdetevi il padiglione di Croisset a Canteleu, il suo studio. Per gli ammiratori è possibile dormire al Domaine de Geffosses, vicino a Pont-L’Evêque. Condividerete l’ambiente e lo scenario dell’infanzia del giovane Gustave. Il punto di partenza di un bel giro in una 2CV da vivere nel Pays d’Auge.

Domaine de Geffosses © Danielle Dumas

Seguire le orme di Madame Bovary

Situato a est di Rouen, il piccolo villaggio di Ry è l’ispirazione per il villaggio immaginario di Yonville-l’Abbaye, dove Flaubert ha basato il suo romanzo più famoso, Madame Bovary. Ry sarà al centro delle celebrazioni, e i visitatori sono invitati a partecipare a una passeggiata letteraria sulle orme di Emma Bovary. Il tour a piedi del villaggio inizia sulla Place Flaubert e porta ai luoghi dove i personaggi avrebbero vissuto e lavorato, come la casa dei Bovary, l’ufficio di Maître Guillaumin e la farmacia Homais.

A circa 16 km a sud di Ry, il pittoresco villaggio di Lyons-la-Forêt è stato il luogo dove è stato girato l’adattamento cinematografico di Jean Renoir e Claude Chabrol. Nel 2013 vi sono state girate anche le riprese di Gemma Bovery. Lyons-la-Forêt è anche uno dei “più bei villaggi di Francia” in Normandia e le sue antiche case a graticcio non sono cambiate molto in 170 anni!

Bovary al cinema

Il villaggio di Lyons-la-forêt
Lyons-la-Forêt © T. Houyel
© Thierry Houyel

Più recentemente, Claude Chabrol, qualche decennio dopo Jean Renoir, ha reso omaggio all’autore. Nel 1991, ha girato diverse scene del film Madame Bovary nel villaggio di Lyons-la-Forêt. Nel ruolo di Emma, l’attrice Isabelle Huppert è stata nominata presidente onorario di Flaubert 21.

Flaubert 21: Oltre 200 eventi in programma

Il programma degli eventi può essere consultato online: mostre, spettacoli, conferenze, attività didattiche, visite guidate, passeggiate teatralizzate… Prendete carta e penna per non perdervi nulla!

  • Mostra “Salammbô: furia, passione ed elefanti”Museo delle Belle Arti di Rouen – da metà maggio al 19 settembre 2021.
    Questa mostra pone la questione centrale del potenziale creativo e dell’effetto del romanzo di Flaubert sull’arte e produzione culturale dell’epoca. Il romanzo storico “Salammbô”, ambientato nella Cartagine del III secolo a.C., sviluppa la visione di un Oriente ideale, esotico, sensuale ed ammaliante, ma anche violento e dal caldo opprimente. La mostra presenta 250 opere provenienti da collezioni pubbliche e private francesi ed europee, tra cui il Museo del Louvre e il Museo nazionale d’arte moderna-Centro Pompidou. Delle scoperte archeologiche di Cartagine completeranno l’esposizione. Questa mostra è organizzata in collaborazione con il Mucem di Marsiglia e l’Istituto Nazionale del Patrimonio Culturale di Tunisi.
  • Mostra “La fabrique de l’œuvre, organizzata dalla città di Rouen e dalla biblioteca del patrimonio Villon.
    I manoscritti di Madame Bovary e Bouvard e Pécuchet saranno esposti dal 1 ottobre 2021 al 2 gennaio 2022.
  • Per approfittare dell’aria fresca e immergersi nel mondo dell’autore, l’ufficio turistico Terroir de Caux ha creato una passeggiata letteraria audio-guidata in totale immersione nel romanzo più famoso di Flaubert, Madame Bovary. Partendo da Vassonville, questa passeggiata audio di 12 km intitolata “l’Arbalète et le Bosmelet” porta il visitatore ad incontrare lo scrittore sul GR210.
    Il sentiero, tra percorsi pianeggianti, un tratto del GR 210 e le vedute del castello di Bosmelet, sarà equipaggiato con 6 pannelli che mettono in relazione i luoghi e i passaggi menzionati nel romanzo di Madame Bovary.
    Anello escursionistico l’Arbalète e Bosmelet – 12 km – 3 ore
Giardino del Museo Flaubert © SMA M.Harel

MUSEO FLAUBERT E DELLA STORIA DELLA MEDICINA

Situato nella casa natale di Flaubert, questo museo ha una doppia finalità: medica e letteraria. Scopriamo in particolare la camera di Gustave Flaubert con alcuni ricordi d’infanzia e ritratti di famiglia. Ci sono anche sorprendenti ed uniche collezioni mediche e ricostruzioni, come un gabinetto delle curiosità e una farmacia. La visita si conclude nel giardino delle piante medicinali.

Biografia di Gustave Flaubert

1821: Nascita di Flaubert a Rouen.
L’infanzia all’Hôtel-Dieu di Rouen, dove suo padre era capo chirurgo.
Interrompe gli studi di legge a Parigi per abbracciare la vita d’artista!
1844: si stabilisce nel Pavillon de Croisset, sulle rive della Senna. La sua vita di benestante si svolge tra il suo studio in Normandia, alcuni viaggi e dei soggiorni regolari a Parigi.
1857: Pubblicazione di Madame Bovary, che lo rende subito famoso!
Pubblicazione di altri capolavori che fanno di lui l’inventore del romanzo moderno.
1880: Muore a Croisset.

Sulle orme di Flaubert in Normandia

Andare alla scoperta di Flaubert in Normandia:
– al museo Flaubert di Rouen (la casa dove è nato),
– al Pavillon de Croisset di Canteleu ( studio),
– a Trouville dove soggiornò 15 volte, durante l’estate, a partire dal 1834 e sulla Costa Fiorita (soggiorni a Deauville e Honfleur)

Immergersi nell’ambiente dei suoi romanzi:
– a Le Havre (L’Educazione Sentimentale)
– a Tôtes e dintorni (Tostes nel romanzo Madame Bovary)
– a Pont l’Evêque, Trouville e Honfleur (Un cuore semplice)
– a Falaise e Caen (Bouvard e Pécuchet)
– a Lyons-la-Forêt (riprese del film Madame Bovary di Claude Chabrol nel 1991)

Informazioni pratiche

Flaubert 21
Da aprile 2021 a giugno 2022
Programma soggetto a cambiamenti in base all’evoluzione della situazione sanitaria.

Monet, chi sei veramente?

Monet, chi sei veramente?

  • Aggiungi al segnalibro