Questo grazioso angolo della Costa Fiorita, che alcuni chiamano la “Regina della Spiagge”, ha la peculiarità di poter esser definito come il mare in campagna o la campagna al mare.

Il fascino degli inizi della Belle Époque

© SL-convergencephotos.com
Port de Trouville

Che siate bagnanti o appassionati di pesca… non c’è niente di meglio che passeggiare per la spiaggia o sul porto. In effetti, lasciarsi conquistare dal richiamo del mare o passeggiare per le stradine, tra casinò, ville, palazzi e hotel è veramente qualcosa di speciale. Il fascino di una stazione balneare rilassante, ma anche vivace: ecco la carta vincente di Trouville. Con la sua autenticità degli inizi della Belle Époque, fu la prima località balneare ad esser celebrata dagli artisti, da Flaubert a Boudin. Altri, come Dumas, Corot e Monet seguirono lo stesso percorso ispirandosi a quest’atmosfera. Famosa anche per la pesca del gamberetto grigio, dello sgombro, della capasanta e della sogliola, Trouville è una città dove rilassarsi e approfittare della bellezza del paesaggio circostante.

Molto frequentata all’epoca in cui nasceva la moda dei bagni di mare, come la vicina Deauville, la città del Vichingo Thorulfr (che ha dato il suo nome alla città), non ha dimenticato le tradizioni: lo testimoniano l’inserimento fra i Monumenti storici, dal 1992, del mercato del pesce, simbolo di una storia decisamente rivolta verso il mare.

Non perdetevi

Costruito nel 1935, il mercato del pesce è un luogo emblematico. Anche il porto è un luogo piacevole dove vedere i gabbiani accogliere e danzare attorno ai pescherecci che rientrano dalle loro spedizioni in mare…

Per gli amanti delle passeggiate, la “promenade des planches”, che risale al 1867, è il luogo perfetto per prendere una boccata d’aria stando sul lungomare.

Interessante anche il circuito dei muri dipinti di Savignac e il Museo Villa Montebello: il celebre bozzettista ha sempre avuto un legame speciale con Trouville e ha lasciato nella città la sua impronta e le sue immagini dallo stile così particolare.

Il Casinò, nato dall’esperienza dell’architetto d’interni Jacques Garcia, è un ambiente di gioco unico.

Il mercato del pesce è inserito tra i monumenti storici dal 1992

© Bertl123 Shutterstock.com
Villa de Trouville

Manifestazioni

Settembre: “Off-courts” di Trouville, un festival in cui Francia e Québec si confrontano sull’arte del cortometraggio: cortometraggi, ateliers, concerti e molto altro. 

Settembre: La trouvillaise, una corsa glamour e spumeggiante 100% femminile con due percorsi diversi: il percorso “Scoperta” di 3km e il percorso “Fitness” di 7km.

I luoghi da visitare assolutamente

  • Circuito dei muri dipinti di Savignac
  • Museo Villa Montebello 
  • Il Casinò 
  • Il mercato del pesce