Teatro romantico aperto sulla Manica, Étretat ha ispirato i più illustri artisti. Basta qualche momento sul posto per capire perché… La forma singolare delle sue scogliere, che sia la Manneporte, la Courtine o l’Aiguille, invitano all’immaginazione.

Luoghi da non perdere

Le falesie: Courtine, Manneporte, le falesie d’Aval e d’Amont, il roc Vaudieu o l’Aiguille di Belval, sono i nomi misteriosi di queste sculture scolpite dai flutti nel gesso e la selce dell’altopiano del Pays de Caux. Alcuni vi vedranno la testa di un elefante che immerge la proboscide nelle onde del mare, altri come Maupassant, sosterranno che una nave, a vele spiegate, potrebbe varcare l’arcata della Manneporte… Giudicate voi!

Le trou à l’homme: Un giorno del 1792 in cui il mare era impetuoso, una barca svedese fu proiettata contro le falesie. Gli abitanti di Etretat poterono solamente constatare l’orribile naufragio. Ventiquattro ore dopo, il vento si calmò e le onde si ritirarono lasciando apparire una grotta nella quale giaceva un uomo. Costui, svenuto, si svegliò mentre lo stavano portando verso una fossa comune dove erano sepolti i suoi sfortunati compagni. Oggi, il “trou” (buco) che ricorda questo episodio è aperto e permette di raggiungere la spiaggia di Jambourg. Il passaggio è praticabile solo durante la bassa marea. Informatevi sugli orari delle maree prima di andare a fare un giro.

Alcuni vi vedranno la testa di un elefante che immerge la proboscide nelle onde del mare…

Le vieux marché (mercato vecchio): In questo luogo, anticamente, si trovava una fattoria e in seguito uno stagno. Riempito, il luogo divenne la piazza del mercato. Furono costruiti dei piccoli edifici in legno prima di creare il mercato, oggi animato da deliziose botteghe.

Le clos Arsène Lupin: Qui Grognard, il fedele complice del ladro gentiluomo, vi accoglierà e vi accompagnerà nell’universo in cui si uniscono la vita dello scrittore Maurice Leblanc e del suo illustre personaggio Arsenio Lupin. Entrerete cosi’ nel cuore di un enigma di sette tempi, attraverso suoni e luci. Una bella avventura !

Il monumento Nungesser e Coli: Questo straordinaria freccia che si erge sopra la città dal 1963 rende omaggio ai due aviatori che tentarono, per la prima volta l’8 maggio 1927, di attraversare l’oceano Atlantico a bordo dell’Oiseau Blanc.

Il campo da golf di Etretat: Questo percorso beneficia di un ambiente eccezionale. Giocare a golf ad Étretat, a più di 50 metri sopra il livello del mare, è un’esperienza fantastica. Che cosa dire della leggendaria buca N°10?

I giardini di Etretat: Sovrastano la città, con una veduta unica sulle falesie d’Aval e la famosa Aiguille. Le sculture vegetali che lo compongono s’ispirano al litorale normanno e in particolare dei paesaggi, cosi’ singolari, d’Etretat.

Giocare a golf ad Étretat è un’esperienza fantastica!

Cosa vedere, fare nei dintorni di Etretat

I luoghi da visitare assolutamente

  • Le clos Arsène Lupin
  • Il monumento Nungesser e Colis
  • Il campo da golf d’Etretat
  • I giardini di Etretat

Informazioni pratiche

Le Havre Etretat Normandie Tourisme 
Place Maurice Guillard – 76790 Étretat
lehavre-etretat-tourisme.com

Gli orari delle maree

Il meteo ad Etretat

  • Aggiungi al segnalibro