Saint-Vaast-la-Hougue e l'isola Tatihou

Normandie Tourisme
Immenso giardino litorale, la val di Saire è un territorio vivo dove terra e mare giocano continuamente a nascondino. Le torri di Tatihou e de La Hougue, opere di Vauban, sono state inserite nel patrimonio mondiale dell'UNESCO.

La val de Saire

Un ambiete originale

Piccolo pezzo di terra dove si mescolano un patrimonio culturale eccezionale e una natura preservata, Tatihou prende il suo grazioso nome dai Vichinghi che popolarono la Normandia. Porto di partenza delle truppe di Guglielmo Il Conquistatore prima della conquista dell'Inghilterra, Saint-Vaast ha visto il suo nome entrare nella storia durante la battaglia de La Hougue nel 1692.

Porto di pesca e di turistico

Terzo porto di pesca della Manche, Saint-Vaast è anche un famoso centro di allevamento ostriche. Gli escursionisti troveranno decine di chilometri tra i percorsi che serpeggiano nei bocages (tipico paesaggio con piccoli prati circondati da siepi e alberi) e l'imperdibile sentiero dei doganieri che si estende da Saint-Vaast fino alle anse du Brick. Luogo molto apprezzato dai diportisti, il sito accoglie numerose regate.

Una destinazione per disconnettersi da tutto...

L'isola Tatihou, paradiso ornitologico

La piccola isola di Tatihou, vero paradiso ornitologico, si trasforma in penisola durante la bassa marea, sempre accessibile con un veicolo anfibio. L'isola è dominata dalla torre Vauban e le sue fortificazioni. Muri in granito e tetti in scisto delle abitazioni si fondono in armonia con i colori del litorale, delle sue dune e delle sue rocce colpite dagli spruzzi delle onde. Per raggiungere l'isola, salite a bordo di un battello anfibio! Con la bassa marea, il battello passa attraverso i parchi di allevamento di ostriche. Con l'alta marea, collega in qualche minuto i moli di Tatihou e di Saint-Vaast. Un'altra soluzione: raggiungere l'isola a piedi con la bassa marea.

Da vedere, da fare

Luoghi ed eventi da non perdere a TATIHOU

  • Visitare il museo marittimo ed appassionarsi alle collezioni archeologiche sui relitti della flotta reale affondata durante la battaglia de La Hougue nel 1692. Il museo presenta anche delle collezioni etnografiche e le chiavi per capire l'isola: i segreti della sua formazione come quelli della sua fauna e della sua flora.
  • Passeggiare nei giardini di Tatihou: il vento proveniente dal mare aggredisce permanentemente la flora endemica di Tatihou. Da qui, l'idea di proteggerla tra dighe e muretti.
  • Salire sulla torre Vauban: con una larghezza di 20 m di diametro, culmina a 21 metri di altezza e offre una vista magnifica sull'isola e il littorale.
  • In estate prender parte al festival della musica del mare, un evento  fuori dai sentieri battuti: Les Traversées Tatihou
  • Cambiare prospettiva e bere qualcosa o mangiare in un ambiente informale, al Goëland 1951 di fronte a Tatihou

Da vedere, da fare

I luoghi da non perdere a Saint-Vaast

  • Visitare la Tour de La Hougue, costruita nel 1694 da un amico di Vauban. Vi si possono osservare la sula bassana e altri cormorani.
  • Degustare le ostriche di Saint-Vaast-la-Hougue dal gusto di nocciola e visitare i parchi d'allevamento.
  • Tappa obbligata alla Maison Gosselin, negozio di specialità gastronomiche e cantina dal 1889.
  • Imbarcare per Tatihou a bordo del battello anfibio.