Utah Beach

© Nomandie Tourisme

Cronologicamente, nell'operazione del 6 giugno 1944, possiamo distinguere 3 fasi: gli sbarchi aerei (che tocca le spiagge di Utah ad ovest e di Sword ad est), i bombardamenti aerei e navali sul Vallo Atlantico e lo sbarco via mare sulle 5 spiagge (Utah, Omaha, Gold, Juno e Sword) e la Pointe du Hoc.

E' cosi' che alle prime ore del 6 giugno, le prime truppe aviotrasportate hanno già raggiunto il suolo normanno: Britannici ad est, Americani ad ovest.

I paracadutisti americani della 82° e della 101° Airborne devono prendere possesso di Sainte-Mère-Eglise e rendere sicuro la testa di ponte di Utah Beach. Alle 4 del mattino Sainte-Mère-Eglise è presa d'assalto.

Sainte-Mère-Eglise

Alle prime luci del giorno, dalla foce della Senna al Cotentin, il mare è completamente coperto di navi. Migliaia di barconi che trasportano uomini, veicoli, materiale, si dirigono verso la costa, allo stesso tempo gli aerei alleati bombardano le casematte delle coste della Manche e che la marina di guerra apra il fuoco.

Migliaia di barconi che trasportano uomini, veicoli, materiale, si dirigono verso la costa...

Gli uomini si dirigono verso la costa per compiere la più grande opera della loro vita. La spiaggia di Utah è rapidamente presa senza troppe perdite umane. Si puo' pulirla rapidamente e aprire delle brecce nelle difese tedesche in modo da permettere alle truppe e all'artiglieria pesante di avanzare.

In video...

 

In video...

 

Siti e luoghi di visita

Nel settore di Utah Beach