Omaha Beach

© Nomandie Tourisme

Sull’altra spiaggia americana la situazione è difficile. Le spiagge di Omaha per le truppe della prima e della ventinovesima divisione sono una vera trappola. La prima ondata d'assalto è stata selvaggiamente eliminata, la seconda scopre una spiaggia disseminata di feriti, di cadaveri, di materiali distrutti. Attingendo alle ultime risorse, i soldati riescono a scalare la scarpata che sormonta la spiaggia e a far saltare il filo spinato. Verso mezzogiorno cominciano ad attaccare alle spalle i tedeschi ed è cosi' che gli alleati passarono in vantaggio nel combattimento.

La Pointe du Hoc

L’assalto di Omaha ha incontrato numerose difficoltà ed ha rischiato di finire con un vero disastro. Pagando il prezzo di numerose perdite, gli americani finirono per impadronirsi dei villaggi costieri.

Allo stesso tempo, un po' più ad ovest, il secondo battaglione di Rangers è incaricato di scalare i 30 metri di falesia della Pointe du Hoc prendendo d'assalto la batteria tedesca e a distruggere i cannoni.

 

Il secondo battaglione di Rangers è incaricato di scalare i 30 metri di falesia della Pointe du Hoc...

In pochi minuti i migliori scalatori raggiungono la cima della falesia.

Scoprono un vero campo di rovine causato dalle granate e dalle bombe delle navi alleate al largo, pezzi d'artiglieria di 155 mm che erano stati ritirati dai tedeschi poco tempo prima. Verso mezzogiorno la Pointe du Hoc è in mano degli americani.

 

In video...

Siti e luoghi da visitare

Intorno ad Omaha Beach