I luoghi medievali da visitare nella Manche

Scoprite o riscoprite i luoghi medievali da non perdere nel dipartimento della Manica e negli altri dipartimenti normanni.

La "Merveille": il Mont-Saint-Michel

E' senz'alcun dubbio il monumento normanno più emblematico del Medioevo: Il Mont-Saint-Michel. Esso testimonia la padronanza architettonica dei costruttori del Medioevo. Aubert, vescovo d’Avranches, avrebbe fondato un santuario sul Mont-Tombe nel 708, a seguito delle tre apparizioni dell'arcangelo San Michele. Il monte divenne rapidamente un importante luogo di pellegrinaggio, il quale venne compiuto dalla maggior parte dei re di Francia. Nel X secolo i benedettini si stabilirono nell'abbazia. Oggi l'abbazia è aperta al pubblico grazie al "Centre des monuments nationaux", il cui ruolo turistico e culturale si mostra attraverso la messa in atto di un programma d'attività per tutti.

Seguite il dedalo di stradine lastricate di questo villaggio medievale circondato da mura e prendetevi il tempo per ammirare da tutti i punti di vista la "Merveille"…

Vicino al Mont-Saint-Michel

Lo Scriptorial d’Avranches racchiude i manoscritti del Mont-Saint-Michel, conservati preziosamente da secoli. Approfittate della vostra visita ad Avranches per scoprire il torrione le cui orgini risalirebbero all'epoca ducale (XI - XII secolo) e altre testimonianze architettorniche del Medioevo.

Granville, costruita su un promontorio roccioso, chiude la baia del Mont-Saint-Michel. La città è circondata da mura. Granville deve il suo nome alla famiglia Grant, alla quale Gugliemo il Conquistatore attribui' delle terre. La città corsara, che ha la particolarità di avere un quartire insulare, le isole Chausey, è oggi una stazione balneare molto in voga.

A Nord di Granville s'innalza la fortezza di Pirou. Capolavoro d'architettura militare medievale, è una delle più antiche fortezze normanne e tra le meglio conservate.

Le meraviglie dell'architettura sacra

Situata nel cuore del Cotentin, la cattedrale di Coutances è, insieme al Mont-Saint-Michel, il più famoso gioiello d'arte gotica in Normandia. Fu edificata nei primi decenni del tredicesimo secolo. Nel corso della visita potrete passeggiare nell alte gallerie della navata e del coro.

Fondata nel XI secolo, l'abbazia di Lessay è stata ricostruita identica all'originale, dopo la distruzione del 1944. Lessay è conosciuta per la celebre e millenaria fiera della Santa Croce. Ogni anno partecipano 350.000 visitatori.

Non lontano da li', l'abbazia di Hambye vale di sicuro una visita. Fondata nel XII secolo, figura tra gli insiemi monastici medievali più completi della Normandia. Se andate a cavallo, sappiate che la Route des Abbayes prende questo percorso.

Situata nella conca della valle del Thar, l’abbazia de La Lucerne è uno dei rari esempi cosi' completi di una architettura premostratense medievale in Francia. La cornice è veramente bucolica con una foresta, un parco verdeggiante e le vestigia di un acquedotto.

Castelli, feudi e un porto emblematico

A 5 km da Coutances, fermatevi al castello di Gratot, su cui aleggia ancora la leggenda della fata Andaine… Una cornice pittoresca, circondata da fossati, che oggi accoglie eventi festosi e culturali.

Il sito delle vestigia del castello ducale di Gavray è in cima ad uno sperone roccioso, 80 metri sulle rive della Sienne e della Bérence. Fu fortificato nel 1091 da Enrico I (detto anche Enrico Beauclerc), figlio di Gugliemo il Conquistatore.

Se passeggiate dalla parte di Mortain, dove potrete ammirare le più grandi cascate dell'ovest francese, penserete a Roberto, fratellastro di Guglielmo il Conquistatore, a cui venne affidato il feudo.

La storia del castello di Gratot è ritracciata sui blocchi di granito. Per passeggiare, sono stati sviluppati dei sentieri.

Risalendo verso la penisola del Cotentin, a 30 km da Cherbourg, dovete assolutamente fermarvi a Barfleur. Barfleur, oggi uno dei Più bei Villaggi di Francia, fu in passato, ai tempi di Guglielmo il Conquistatore, il più importante porto normanno e il porto preferito dai duchi di Normandia e re di Inghilterra.

A Cherbourg, l’Ufficio del turismo vi propone di partire alla scoperta del castello, di cui oggi non resta alcuna traccia. Grazie ad un'applicazione installata su tablet o smartphone, scoprite com'era questa fortezza...

A Saint-Lô, la città è circondata da mura. Le prime fortificazioni sono attribuite a Carlomagno, per proteggere la città dalle invasioni normanne.

A Saint-James, Guglielmo il Conquistatore fece fortificare la città per proteggersi dalle invasioni bretoni. Sussitono le mura e la Tour de la Redoute.

Da non perdere